Pagnini, Isofa, Zapparoli si confermano campioni regionali

11 Luglio 2019

Terza giornata dei Campionati Regionali Assoluti Individuali a Imola. Negli uomini 4 titoli regionali su 6 assegnati agli atleti dell'Imola Sacmi Avis.


 

Si sono conclusi i Campionati Regionali Assoluti Individuali con la terza giornata disputata oggi a Imola, con organizzazione della Atl. Imola Sacmi Avis.

Gli atleti della società organizzatrice sono stati tra i protagonisti delle gare di oggi, portando a casa 4 titoli regionali sui 6 in palio: hanno infatti vinto Alex Pagnini nei 400, Riccardo Gaddoni nei 1500, Alessio Costanzi nel disco e Pierino Tamburini nella marcia 10000 metri. Per Alessio Costanzi, con 51,38 nel disco, anche uno dei migliori risultati tecnici della giornata.

Le gare erano iniziate con 3 riservate ai cadetti: nei 1000 metri maschili 1° posto per Tommaso Gambazza con 2.51.02; nei 1000 metri femminili 3.07.40 per Giulia Bartolomei (Csi Sasso Marconi) e 3.08.42 per Rai Lovepreet (Atl. Imola Sacmi Avis); nel disco cadette 33,67 per Maria Calabresi (Educare con il Movimento).

Nelle gare maschili, nei 400 metri successo per Alex Pagnini (Atl. Imola Sacmi Avis), che conferma il titolo vinto nel 2018, con 48.46, davanti al compagno di club Francesco Conti con 48.52, ad Alessandro Xilo (Virtus Emilsider Bologna), fuori classifica avendo già disputato 1 gara individuale e 2 staffette nelle precedenti 2 giornate dei Campionati Regionali, con 49.05 e a Simone Filippo (Centro Atl. Copparo) con 49.36.

Nei 1500 metri, pur iscritto non è al via per un problema muscolare Luis Matteo Ricciardi (Acquadela Bologna), campione regionale uscente e in lizza per il pass per i Campionati Italiani Assoluti, avendo ottenuto al Memorial Brevini il minimo B per 2/100 e la lotta per il titolo pare restringersi agli altri 2 giovani protagonisti con Ricciardi delle precedenti gare regionali di mezzofondo, Marco Casini (Delta Sassuolo) e Riccardo Gaddoni (Atl. Imola Sacmi Avis). E' Casini a guidare il gruppo nella serie più veloce, con passaggi abbastanza tranquilli (1.06.1 ai 400 e 2.14.1); il ritmo aumenta nel 3° giro, con un parziale di 1.03.1 e sempre Casini al comando. Il finale è velocissimo, soprattutto per Gaddoni, che passa Casini ai 200 metri e chiude gli ultimi 300 metri in poco più di 42 secondi, involandosi al traguardo con ampio margine su Simone Bernardi (Atl. Imola Sacmi Avis) che negli ultimi metri supera Casini. Nell'ordine si piazzano quindi Gaddoni con 3.59.52, Bernardi 4.02.22, Casini 4.02.38; 4° posto per Roberto Boni (Self Montanari Gruzza) con 4.03.58.

Nell'alto sono in 4 che superano l'asticella a 2,00, per poi arrendersi a 2,05. In base agli errori la classifica premia Federico Rivi (Corradini Rubiera) per il titolo regionale, poi Alessandro Bellelli (Self Montanari Gruzza), Marco Vendrame (Fratellanza 1874 Modena) e Tomas Guasconi (Modena Atletica).

Nel triplo il titolo regionale è vinto dallo junior Lorenzo Sacchetti (Endas Cesena) con 14,24 (-0,7); seguono nella classifica della gara Almicar Demetrio Bonnell Mora (Olimpia Amatori Rimini) con 14,05 (-0,4), Riccardo Torelli (Self Montanari Gruzza) con 13,27 (-0,8) e Andrea Cavini (Atl.

Imola Sacmi Avis) con 13,12 (-0,4).

Nel disco successo per Alessio Costanzi (Atl. Imola Sacmi Avis) con 51,38, misura superiore al precedente primato personale che era di 50,97, ottenuto sempre a Imola nella seconda fase regionale dei C.d.S. 2019; al 2° posto Gabriele Natali (Virtus Emilsider Bologna) con 46,26 e al 3° lo junior Simon Zeudjio Tchiofo (Cus Parma) con 46,43.

Nella marcia 10000 metri in gara 2 atleti master: vince il titolo regionale assoluto Pierino Tamburini (Atl. Imola Sacmi Avis) in 1.03.30.19; al 2° posto Marco Cavedagni (Virtus Emilsider Bologna) in 1.14.53.31. Entrambi sono sm65.

Nelle gare femminili Sara Dall'Aglio (Cus Parma) si conferma vincitrice dei titoli regionali nei 400 metri negli anni dispari (dopo 2015 e 2017): 57.58 il suo tempo, con oltre 1 secondo di vantaggio sulla junior Anna Spada (Edera Forlì) con 58.60 e quasi 2 sull'altra junior Federica Ioni (Francesco Francia) con 59.52.

Nei 1500 metri doppietta delle atlete della Corradini Rubiera, con Federica Proietti in 4.47.14 e Ralitsa Nenkova Mihaylova in 4.49.56; 3° posto per la junior Sara Nestola (Self Montanari Gruzza) con 4.49.88, seguita da Melania Tizzi (Endas Cesena) con 4.53.58; belle gare anche da parte delle atlete master della Atl. 85 Faenza: Lara Gualtieri, categoria sf45, migliora il personale con 4.56.21 e Maria Lorenzoni, sf60, segna un bel 5.46.72.

Nell'asta vince il titolo regionale Eleonora Rossi (Atl. Lugo) con 3,30; stessa misura per Giada Azzurra Davoli (Self Montanari Gruzza); al 3° e 4° posto con 3,20 si piazzano Anna Cicognani (Fratellanza 1874 Modena) e la junior Siria Bigi (Cus Parma).

Nel triplo Sherry Isofa (Cus Bologna) va a conquistare il suo 6° titolo regionale assoluto outdoor in questa specialità, il 3° stagionale dopo i 2 indoor e il 19° titolo regionale in carriera. E' 12,08 (-0,3) la misura del suo miglior salto e tutti i suoi 6 salti (tutti validi) sono superiori alla misura ottenuta dalla seconda classificata, l'allieva Laura Piccaglia (Polisportiva Centese) con 11,53 (-0,9); 3° posto per la campionessa italiana cadette 2018 e medaglia di bronzo nelle allieve nel 2019, Francesca Orsatti (Cus Parma), con 11,39.

Nel giavellotto si impone Greta Romei (Fratellanza 1874 Modena) con 44,00, che ritorna sul gradino più alto del podio regionale a distanza di 4 anni e pure dopo 4 anni è il suo nuovo primato personale. Seguono in classifica Giulia Lodi (Fratellanza 1874 Modena) con 40,17, Maite Vanucci (Self Montanari Gruzza) con 36,56, Martina Perego Scicchitano (Cus Bologna) con 36,07 e l'allieva Viola Bellagamba (Endas Cesena) con 34,94.

Nella marcia 5000 metri Alessia Zapparoli (Cus Bologna) vince il titolo regionale per la settima volta (la prima fu nel 2006), con il tempo di 23.56.74; al 2° posto Lisa Cani (Fratellanza 1874 Modena) con 25.28.40.

Risultati

Giorgio Rizzoli

 



Condividi con
Seguici su: