Risultati: Race4Children e Fava&Pecorino

14 Maggio 2019

Tra Monterotondo e Montesacro corsa, tradizioni, beneficenza e spettacolo. Vincono Cattabriga, Prampolini, Branca e Pomponi. 


 

di Moreno Saddi

Il maltempo di questa domenica non ha fermato l’onda dei podisti tra Roma e Monterotondo. Alla 5^ Maratonina “Fava & Pecorino” vincono Cattabriga e Prampolini mentre nella 6^ edizione della “Race for Children” sul podio Branca e Pomponi.

MONTEROTONDO (Roma) – Nel Rione Borgonovo, frazione di Monterotondo Scalo è stata festeggiata la sagra della fava e del pecorino e nell’ambito di questa ricorrenza, la Podistica Eretum e L’Elettrolux, hanno organizzato la V Maratonina Fava & Pecorino: gara competitiva di 8 km e una non competitiva di 3 km aperta a tutti.

LA SAGRA – Un sabato e domenica di degustazioni, musica, sport e animazione. Dopo la gara, la sfilata e i caroselli della Banda Folkloristica Eretina, merenda in piazza a base di fave, pecorino e vino. La sera, spettacolo musicale e cabaret, chiusura con uno spettacolo pirotecnico.

PERCORSO TOSTO – È dalla Piazza Borgonovo, che si sviluppa tutta la manifestazione, una piazza che sembra piuttosto un balcone, decorata da murales multicolori. Neanche il diluvio poco prima della partenza ha fermato i numerosi atleti che hanno preso parte alla quinta edizione della Maratonina Fava & Pecorino. Percorso di 8 km, che si è snodato per le vie della città, tecnicamente impegnativo. Partenza in discesa, poche centinaia di metri pianeggianti, ma soprattutto l’ultimo tratto, un chilometro di salita, con un’impennata finale quasi del 30%. Uno strappo conclusivo, che ha sottoposto anche gli atleti più dotati, ad una dura prova muscolare. Sono stati proprio i triatleti ad avere la meglio.

IL FINALE - La gara si risolve all’ultimo metro con la sfida spalla a spalla tra i giovani atleti della LBM Sport Team.

È Filippo Cattabriga, a tagliare per primo il traguardo, fermando il cronometro a 26:41; un secondo davanti al compagno di squadra Alessandro De Angelis (26:42). Terzo posto per Mirko Cavassini (S.S. Lazio Atletica Leggera), in 27:26. In campo femminile, trionfa Irene Prampolini (Atletica Leggera Mentana) che, con un netto distacco sulle avversarie, termina la sua gara in 30:52. Secondo posto per Francesca Lucchesini (Purosangue Athletics Club), in 33:50, seguita a pochi secondi da Silvia Gaffi (Runner Trainer), che si aggiudica la terza piazza in 33:57.

ROMA – Il quartiere di Montesacro ha ospitato la sesta edizione della Race for Children. La manifestazione è stata organizzata, dalla “Roberta for Children” e Italsport, con i patrocini di III e IV Municipio, Ente Romanatura, Comitato Provinciale CSAIn di Roma, in collaborazione con Insieme per l’Aniene Onlus e lo Studio legale Nctm. Per gli agonisti la prova era sui 12 km, aperta anche alla camminata sportiva e Fitwalking; mentre la non competitiva, era di circa 5,8 km. Da quest’anno la Race for Children fa parte della 1^ edizione del Professional Corporate Run Championship. Un progetto nato per facilitare lo sviluppo della “passione per la corsa” all’interno delle aziende e delle organizzazioni professionali e per condividerla tra i colleghi creando dei momenti di svago e di partecipazione finalizzati al benessere personale e di gruppo

IL PROGETTO – Obiettivo dei promotori, è la raccolta di fondi per il progetto “R4C Hospital”. Fare “qualcosa” per i bambini che soffrono e che hanno bisogno di aiuto. Questo era il profondo desiderio di Roberta nato molti anni fa, per sua naturale inclinazione e per seguire l’esempio dell’amica Francesca. La malattia le ha purtroppo impedito di coronare questo sogno in prima persona.

L’associazione Roberta for Children Onlus nasce l’8 aprile 2010, a due mesi esatti dalla sua scomparsa, grazie alla volontà e all’impegno di tanti amici e ha lo scopo di esaudire il suo desiderio e di contribuire ad alleviare la sofferenza dei molti, troppi, bambini che hanno bisogno di aiuto. La speranza è che, con un piccolo contributo, potranno riuscire a guardare al futuro con maggiore serenità. Inoltre, l’obiettivo è aiutare fattivamente l’Associazione il Girotondo, con contributi atti a permettere nel tempo, il regolare svolgimento dell’assistenza ospedaliera. Il Girotondo, Associazione facente parte delle Cooperativa San Saturnino Onlus, ha accolto negli anni un numero sempre maggiore di bambini disabili e/o affetti da patologie anche molto gravi, nella maggior parte dei casi abbandonati alla nascita proprio perché malati. "R4C Hospital" è un progetto assistenziale per bambini con diverse e gravi patologie, bisognosi di alta intensità assistenziale per 24 ore al giorno.

LA GARA – Nonostante il brutto tempo, i partecipanti sono stati 390 per la 12 km e 112 per i 5,8 km. Partenza in Piazza Sempione, si entra e si gareggia quasi totalmente in campestre, nella Riserva naturale Valle dell’Aniene, per poi arrivare al traguardo, sotto Ponte Nomentano. I primi assoluti, degli uomini e delle donne, hanno ricevuto il Challenge Trophy “Roberta Passi”, che lo terranno per un anno. L’anno successivo lo riconsegneranno all’organizzazione che lo rimetterà in palio. Chi lo vincerà per tre edizioni, se lo aggiudicherà definitivamente. Il partecipante più anziano è stato l’atleta della Amatori Villa Pamphili: Marcello Sciunzi di 83 anni. Per gli assoluti maschili la società Purosangue Athletics Club, fa il tris di atleti al traguardo. Vince David Branca, con il tempo di 45:32, secondo Marco De Felice, in 45:46 e terzo Alessandro Di Cola, in 46:07. Prima per le donne, Stefania Pomponi (Podistica Solidarietà), tempo finale: 52:16. Tre minuti il distacco della seconda, Cristina Marilena Imbucatura (Run for Fun), in 54:58 e terza, Giovanna Albertini (Atletica Pegaso), in 55:17.


La partenza della Race for Children


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate