Attesi in 10mila per la Corsa di Miguel

11 Gennaio 2019

Il 20 gennaio compie vent'anni la 10km che ricorda il maratoneta-poeta argentino desaparecido Miguel Sanchez. Tra le big Console e Soufyane, già vincitrici nelle edizioni passate


 

Tutto è pronto per la ventesima edizione della Corsa di Miguel, la manifestazione podistica in scena il 20 gennaio che ricorda a Roma la figura del maratoneta-poeta argentino desaparecido Miguel Sanchez. L’appuntamento si svolgerà sul classico percorso di 10 chilometri lungo il Tevere e all’interno del Parco del Foro Italico, per poi concludersi nell’atmosfera unica dello stadio Olimpico. L’obiettivo degli organizzatori del Club Atletico Centrale è quello di avvicinare quota 10 mila presenze e stabilire il record della manifestazione, che si svolge con le collaborazioni e i patrocini di FIDAL, Coni Servizi, Roma Capitale, Regione Lazio e Uisp Roma. Come sempre, l’università di Roma Foro Italico, che ospita anche la conferenza stampa, farà da quartier generale della manifestazione nelle ore febbrili che precedono il via.

BELLEZZA - Ancora volta il tema chiave sarà la bellezza dello stare insieme per sport, dicendo no a ogni tempo di muro, barriera, discriminazione. Così il pettorale numero 1 della gara competitiva andrà all’atleta paralimpico argentino Martin Sharples, un mito della storia della Corsa di Miguel, che correrà i 10 chilometri con una protesi e che arriverà appositamente dall’Argentina. Lo stesso pettorale, ma per la Strantirazzismo, la passeggiata per le scuole e le famiglie, sarà invece consegnato a Massimo Antonelli, ideatore e trascinatore della squadra multietnica giovanile Tam Tam basket di Castelvolturno. Ma ci saranno anche i ragazzi migranti del Cara di Castelnuovo di Porto grazie a un gemellaggio con il comune della cittadina della via Flaminia. Sempre più robusta la partecipazione del Sod Italia running team, che si presenterà con 7 joelette, spinte da 120 podisti, che consentiranno a ragazzi “trasportati” di poter vivere le emozioni della Corsa di Miguel.

I BIG - Ma non mancheranno anche i campioni. Particolarmente suggestiva si presenta la gara femminile con in gara due vincitrici del passato, affezionatissime alla Corsa di Miguel: Rosaria Console (Fiamme Gialle), a segno quattro volte, e Laila Soufyane (Esercito). Da segnalare anche la presenza di Said El Otmani (Esercito) e della coppia dell’Aeronautica formata da Francesco Bona e Michele Fontana.

FINALE IN MUSICA - Fra le caratteristiche della Corsa di Miguel, come sempre, anche una colonna sonora d’autore. A chiudere la giornata, allo stadio dei Marmi Pietro Mennea, sarà infatti la Piccola Orchestra di Torpignattara, reduce dal grande successo dello spettacolo di Capodanno al Circo Massimo. Particolarmente importante anche la partnership con Radio 2, che si presenterà anche al via con una squadra di podisti formata fra gli ascoltatori, mentre in tv la giornata di domenica 20 sarà raccontata come sempre da RaiSport.

I GIOVANI - La manifestazione non si esaurirà in una sola giornata. Dopo la grande festa dello stadio Olimpico, infatti, partiranno le gare studentesche del Mille di Miguel e del Lungo di Jesse e Luz, anticipate già in autunno da più di 100 incontri nelle scuole di Roma e del Lazio sul tema della lotta al razzismo nello sport.

(da comunicato stampa Organizzatori)


Il presidente del CONI Giovanni Malagò alla presentazione di oggi (foto organizzatori)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate