Tarquinia: Aniballi 59,12, Apolloni 62,76

13 Giugno 2018

Grandi risultati nel disco nella seconda prova del Trofeo Simeon: la reatina dell'Esercito si migliora dopo tre anni, il romano dell'Aeronautica aggiunge 98 centimetri al personale in una gara di altissimo livello


 

Volano i dischi di Valentina Aniballi e Federico Apolloni nella seconda prova del Trofeo Simeon, settima edizione del classico appuntamento riservato ai lanci al Guidozzi di Tarquinia. La reatina dell'Esercito torna a migliorarsi dopo tre anni con un lancio da 59,12. Il romano dell'Aeronautica è protagonista di una delle più grandi gare di sempre della specialità, con quattro lanciatori oltre i 62 metri.

ANIBALLI - Per due volte Valentina Aniballi migliora il suo personale, prima con il 58,72 del secondo lancio, poi con il 59,12 del quarto ingresso in pedana. Misura che rafforza il suo settimo posto nelle liste italiane all-time e che aggiunge 57 centimetri al precedente limite di 58,55 che risale al 2015, sempre sulla pedana di Tarquinia. Con questo lancio, la 33enne reatina migliora di un metro esatto il miglior risultato della stagione (58,12 nella prima prova del Simeon) e può cominciare a pensare allo standard d’iscrizione FIDAL per Berlino, fissato a 60 metri. Ecco la serie completa: 57,68-58,72-N-59,12-N-57,73. A ruota, atterra lontano anche il disco della campionessa italiana Stefania Strumillo (Atletica 2005), seconda con lo stagionale di 57,38. Terza Natalina Capoferri (Atl. Brescia 1950 ISPA Group) con 54,93, quarta la tricolore invernale Giada Andreutti (Atl. Malignani LIbertas) con 53,34.

Aniballi è stata convocata in azzurro per i Giochi del Mediterraneo di Tarragona, in Spagna, dal 27 al 30 giugno.

APOLLONI - Da sottolineare anche la decisa crescita del tricolore invernale Federico Apolloni (Aeronautica) che chiude al quarto posto in 62,76, con 98 centimetri in più rispetto alla sua precedente PB di 61,78 del maggio 2015. La serie: 57,60-60,80-N-59,84-62,76-62,54. In tre volano oltre il 63,50 indicato come standard d’iscrizione per gli Europei di Berlino. Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) sigla la sua migliore prestazione dal 2013 al terzo turno di lanci con 64,19. Netto il miglioramento di Nazzareno Di Marco, per la prima volta oltre i 63 metri: il 32enne marchigiano delle Fiamme Oro, con 63,62, aggiunge oltre un metro al personale di 62,38. Il disco del tricolore Hannes Kirchler (Carabinieri) atterra invece a 63,55, quinta misura in carriera per il 39enne altoatesino.

GLI ALTRI RISULTATI - Per gli azzurrini laziali, vittoria di Cecilia Desideri (Studentesca Andrea Milardi) nel martello juniores con 56,76 (seconda prestazione in carriera), terza piazza nel martello under 20 per il compagno di squadra Andrea Proietti (60,53). Tra gli altri risultati, Federica Parruccini (Acsi Campidoglio Palatino) vince il martello allieve (43,16), secondo posto per Mirko Franceschetti (Intesatletica) nel martello assoluto (52,20).

 


Apolloni con Kirchler, Di Marco e Faloci


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate